Scuola Primaria Via Buozzi “Colori, Sapori e Tradizioni della stagione autunnale”

Il termine tradizione deriva dal latino “Tradere” che vuol dire: consegnare ,trasmettere. Nel nostro paese, diverse e significative sono le tradizioni e le usanze di questa stagione. Autunno, stagione ricca di colori, sapori e odori. Le tradizioni e le usanze, tramandate da una generazione all’altra, sono una testimonianza viva di una cultura contadina legata alla natura, alle stagioni, ai cicli della vita, ai riti e alla devozione religiosa. Ricordare è molto importante. E’ un elemento fondante per il senso delle cose, permette a ciò che facciamo, diciamo, pensiamo, di restare anche dopo l’immediato presente

Scuola Primaria Via Buozzi “Colori, Sapori e Tradizioni della stagione autunnale”

Il termine tradizione deriva dal latino “Tradere” che vuol dire: consegnare ,trasmettere. Nel nostro paese, diverse e significative sono le tradizioni e le usanze di questa stagione. Autunno, stagione ricca di colori, sapori e odori. Le tradizioni e le usanze, tramandate da una generazione all’altra, sono una testimonianza viva di una cultura contadina legata alla natura, alle stagioni, ai cicli della vita, ai riti e alla devozione religiosa. Ricordare è molto importante. E’ un elemento fondante per il senso delle cose, permette a ciò che facciamo, diciamo, pensiamo, di restare anche dopo l’immediato presente. Le tradizioni hanno dei custodi, come per esempio gli storici che accedono alle conoscenze o alle verità dei sacri rituali della tradizione, perché non dimentichiamo che la tradizione suscita emozione, nelle persone, li sprona ad un maggiore senso di consapevolezza di sé e del proprio territorio, per fondare e mantenere una propria identità nel contesto di una società più vasta. Le tradizioni si possono definire “valori spirituali”: morali e culturali depositate saldamente nella mente e nel cuore di un popolo. Sono qualcosa di reale ma indefinibile, che possono solo essere vissuti ed esperiti. Di certo siamo chiamati ad amare il nostro passato ma non portarlo come un peso nel futuro. Ogni generazione deve prendere linfa dalle altre e trasmetterla a quelle verranno dopo. “Le tradizioni sono le nostre radici”. Un popolo senza (radici) tradizioni è un popolo privo di anima, un castello di sabbia destinato ad essere spazzato via dalla prima ondata del mare. Un edificio senza fondamenta non solo non può resistere alle intemperie ma non può erigersi verso l’alto, verso il futuro… perché è fragile, sempre in un equilibrio instabile.

La responsabile del Plesso

Ins. Teresa Brancato

Comments are closed.