Regolamenti

REGOLAMENTI

Fanno parte integrante del Piano dell’Offerta Formativa i seguenti documenti:
1. Regolamento di disciplina per i bambini della Scuola dell’Infanzia
2. Regolamento di disciplina per gli studenti della Scuola primaria
3. Regolamento di disciplina per gli studenti della Scuola secondaria di 1° grado

SCUOLA DELL’INFANZIA
Regolamento per la permanenza dei bambini nella scuola
I bambini devono presentarsi a scuola con la tutina, puliti e dignitosi nella persona;
I bambini, accompagnati dai genitori, entrano dall’ ingresso principale tra le ore 08,00 e le ore 08,30.
Non è consentito ai genitori l’accesso alle sezioni durante lo svolgimento delle attività didattiche.
L’uscita si svolge tra le ore 15,30 e le ore 16.00.
Le assenze superiori a giorni 5 devono essere giustificate con certificato medico.
I bambini si avvalgono del “servizio mensa” dalle ore 11,30 alle ore 12,30.
E’ proibito portare oggetti che possano danneggiare le persone e l’ambiente in generale.
Per ogni altra situazione non prevista dal presente regolamento ci si riserva di valutare al momento la stessa e di decidere.

SCUOLA PRIMARIA
Gli studenti devono presentarsi puliti e dignitosi nella persona e nel vestito e forniti di grembiule e di tutto l’occorrente per le lezioni della giornata.
Essi devono comportarsi con educazione e gentilezza all’interno dell’Istituto; non devono ingombrare la porta d’ingresso né le scale né i corridoi. Ed inoltre non devono trattenersi a conversare nei gabinetti e nei corridoi e non devono fermarsi in classi diverse dalla propria.
Durante le lezioni è vietato l’uso dei telefoni cellulari.
Gli alunni accedono a scuola ogni giorno dall’ingresso principale tra le ore 8,00 e le ore 8,05.

Le lezioni sono ripartite in orario antimeridiano dal lunedì al venerdì (8,00-13,00 il lunedì; 8,00-13,30 da martedì a venerdì), mentre solo per la giornata di lunedì è previsto il rientro pomeridiano dalle 15,30 alle 17,30.
Le eventuali assenze degli studenti vengono giustificate mediante comunicazione da parte di uno dei due genitori.
Le giustificazioni delle assenze vengono accolte dai docenti in servizio la prima ora; esse sono valutate dal dirigente scolastico in caso di inadempienze prolungate o ricorrenti.
Le assenze per malattia superiori a cinque giorni vanno giustificate col certificato medico che l’insegnante della classe avrà cura di allegare nel Registro di classe.
I permessi d’uscita vengono accordati dai rispettivi docenti solo se gli studenti vengono prelevati dai rispettivi genitori.
La ricreazione si svolge sotto la vigilanza dei docenti in servizio la 2° ora di lezione, all’interno dell’Istituto, dalle ore 10,15 alle ore 10,30. Soltanto durante la ricreazione è consentito consumare la colazione, mentre non è consentito correre né nell’aula né per i corridoi né tantomeno effettuare giochi avventati.
L’uso dei servizi igienici di regola avviene durante la ricreazione; in altri momenti va limitato ai soli casi di effettiva necessità che, volta per volta, i docenti avranno cura di verificare. Sono comunque sempre vietate le uscite generalizzate.
Al termine della giornata scolastica l’uscita degli studenti avviene nelle ore indicate a pag. 8 sotto la vigilanza del personale docente in servizio nell’ultima ora della giornata scolastica.
Agli studenti è proibito portare a scuola oggetti che possano recare danno a loro stessi ed agli altri.
Gli studenti sono tenuti a rispettare l’ambiente in cui vivono e a non sporcarlo e, di conseguenza, i responsabili di eventuali danni sono tenuti a risarcirli e ad adeguarsi alle sanzioni disciplinari. In caso di mancata individuazione di responsabili, determinata da situazione di connivenza dell’intera classe, tutta la classe è considerata responsabile dei danni arrecati.
Per ogni altra situazione non prevista dal presente regolamento ci si riserva di valutare al momento la situazione e di decidere, anche considerando le innovazioni introdotte dal già ricordato Regolamento DPR 122/2009.

SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO
Gli studenti devono presentarsi puliti e dignitosi nella persona e nel vestito e forniti di tutto l’occorrente per le lezioni della giornata. Essi devono comportarsi con educazione e gentilezza all’interno e nelle adunanze dell’Istituto; non devono ingombrare la porta d’ingresso né le scale né i corridoi. Essi non devono trattenersi a conversare nei gabinetti e nei corridoi e non devono fermarsi in classi diverse dalla propria.
Durante le lezioni è vietato l’uso dei telefoni cellulari.
Gli studenti accedono a scuola ogni giorno dal cancello di via Po tra le ore 8,00 e le ore 8,05.
Gli alunni ritardatari possono entrare in classe ma i docenti della prima ora di lezione segnano il ritardo sul registro di classe; gli stessi studenti sono tenuti a giustificare il ritardo.
Dopo tre ritardi cumulati i docenti convocano i genitori per concordare con loro le opportune e necessarie iniziative da intraprendere. Le assenze degli alunni vengono giustificate mediante comunicazione firmata da uno dei due genitori.
Le giustificazioni delle assenze vengono accolte dai docenti in servizio la prima ora; esse sono valutate dal dirigente scolastico in caso di inadempienze prolungate o ricorrenti. I genitori hanno l’obbligo di depositare sul giornale di classe la firma. I permessi di uscita vengono accordati dai rispettivi docenti solo se gli studenti vengono prelevati a scuola dai genitori.
La ricreazione si svolge sotto la vigilanza dei docenti dalle ore 10,40 alle ore 11,00 all’interno della classe e delle relative pertinenze. Soltanto durante la ricreazione è consentito consumare la colazione, mentre non è mai consentito farlo durante le lezioni.
L’uso dei servizi igienici di regola avviene durante la ricreazione; in altri momenti va limitato ai soli casi di effettiva necessità che, volta per volta, i docenti avranno cura di verificare. Sono comunque sempre vietate le uscite generalizzate.
Al termine di ogni giornata scolastica l’uscita degli allievi avviene alle ore 14,00 dal cancello di via Po sotto la vigilanza del personale docente in servizio nell’ora finale della giornata scolastica.
Agli alunni è proibito portare a scuola oggetti che possono recare danno a loro stessi e agli altri.
Gli alunni sono tenuti a rispettare l’ambiente in cui vivono e a non sporcarlo. Pertanto i responsabili di eventuali danni sono tenuti a risarcirli e ad adeguarsi alla sanzioni disciplinari. In caso di mancata individuazione di responsabili, determinata da situazioni di connivenza dell’intera classe, tutta la classe è considerata responsabile dei danni arrecati.
Per ogni altra situazione non prevista dal presente regolamento ci si riserva di valutare al momento la situazione e di decidere, anche considerando le innovazioni introdotte dal già ricordato Regolamento DPR 122/2009.